Molto spesso le funzionalità di base offerte da WordPress non bastano, soprattutto se si vuole mettere in piedi un blog che abbia funzionalità simili a un vero e proprio CMS. In giro si trovano parecchi post sull’argomento, molti elencano liste di plugin più o meno utili.

Ecco la mia personale lista dei migliori plugin per “trasformare” WordPress in un CMS:

  • Exec PHP: plugin indispensabile per includere codice PHP nei post, pagine e nei widget. Utilissimo per sfruttare la versatitilità di PHP in WordPress.
  • Role Manager: consente di modificare i privilegi dei ruoli predefiniti di WordPress o creare nuovi ruoli personalizzati secondo le proprie esigenze
  • Stealth Publish: consente di pubblicare qualsiasi post senza farlo passare dalla home page, visualizzandolo direttamente nell’archivio per categoria. Il plugin si avvale di un custom field per il suo funzionamento.

  • Flutter: plugin davvero eccezionale che permette di creare tipi di contenuto personalizzati a secondo delle proprie esigenze. Oltre ai post e alle pagine Flutter è in grado di generare delle maschere di inserimento del contenuto completamente personalizzabili dall’utente.
  • CformsII: permette di creare form in maniera davvero semplice e inserirli grazie a un tag in post e pagine. L’interfaccia di gestione è tanto completa quanto intuitiva.
  • Widget Logic: permette di inserire tag condizionali di WordPress in qualsiasi widget utilizzato nelle sidebar. In questo modo è possibile visualizzare dove si vuole un elemento della sidebar: solo in una specifica categoria, solo quando si visualizza un post singolo, solo in home page etc. Utilissimo per creare delle vere e proprie sezioni tematiche.
  • PageMash: consente di ordinare le pagine e nasconderle grazie a un’interfaccia ajax. Non sempre per me è risultato funzionare correttamente, ma può essere un valido aiuto nella gestione delle pagine se non si vuole andare a modificare nel proprio tema il tag wp_list_pages
Tagged with:
 

Comments are closed.