VirtualBox: avviare una macchina da pen drive USB

L’avvio di una virtual machine da pen drive USB non è stato ancora introdotto in VirtualBox. Come fare allora per provare se il trasferimento di una ISO di una distribuzione Linux (o di Windows 7) è avvenuto correttamente su pen drive e se il dispositivo è “bootable” utilizzando il software di virtualizzazione di Sun/Oracle?

Esiste un “escamotage” per avviare da pen drive USB con VirtualBox e voglio riportare di seguito i passi necessari su Linux e Windows, in modo da non dimenticarmi la procedura.

Leggi tuttoVirtualBox: avviare una macchina da pen drive USB

Creare una suite di programmi per pendrive con PStart

PStart
PStart

Giorni fa avevo messo gli occhi su una suite di programmi per Windows interamente installabili su pendrive. Purtroppo a causa di problemi di licenza di alcuni software l’autore ha deciso di rimuovere il download della suite. Tuttavia è semplice riuscire a creare una propria suite personalizzata.

Il primo passo consiste nello scaricare e installare sulla propria pendrive il tool PSstart. Basta avviare l’eseguibile scaricato PStartSetup211.exe e selezionare Portable Setup, individuando il drive USB su cui installarlo.

A questo punto sulla pendrive avrete un eseguibile chiamato PStart.exe.

Sulla pendrive andranno installate le applicazioni che vogliamo, personalmente ho optato per l’inserimento di alcuni programmi scaricabili da Portable Apps e alcuni tool a mio avviso indispensabili inclusi nella Sysinternals Suite.

Leggi tuttoCreare una suite di programmi per pendrive con PStart

Mandriva 2009 su Asus Eee PC 701

Ho perso qualche ora cercando di far partire Mandriva 2009 da pendrive USB. Ho provato ad utilizzare Unetbootin, ma non c’è stato nulla da fare, così cercando in giro ho trovato una guida che sembrava risolvere il problema dell’installazione su pendrive, ma non c’è stato niente da fare. Il boot terminava con BusyBox e l’impossibilità di avviare Mandriva.

Così ho fatto ricorso al mio fido convertitore IDE-to-USB MagicBridge, ho collegato all’Eee PC un CD-ROM IDE e ho avviato la ISO di Mandriva 2009. Si è presentata subito una schermata della scelta della lingua praticamente illeggibile ma sono riuscito comunque a selezionare l’italiano. A parte questa piccola pecca Mandriva 2009 si è avviata e ha riconosciuto tutto l’hardware dell’Eee PC 701.

Rispetto alla versione 2008.1 che avevo provato sempre sul netbook Asus, questa volta la scheda wireless Atheros è stata riconosciuta senza problemi e sono riuscito a autenticarmi tramite WPA al router di Alice.

Per il resto, a parte il fatto che continua a non piacermi per nulla KDE 4.1 (non sono un fan di KDE 4), la distribuzione è davvero ben fatta, nonostante i bug evidenziati anche su DistroWatch Weekly.