Integrare Facebook “Like Button” e Open Graph in WordPress

Da qualche giorno Facebook ha lanciato ls propria strategia di trasformazione di tutto il Web in un social network, o meglio in un oggetto sociale. Sostanzialmente qualsiasi sito Web può diventare parte di Facebook grazie all’integrazione del cosiddetto “Like Button“, il pulsante “Mi piace”, su qualsiasi pagina o articolo e ancor di più unendosi all’Open Graph, veramente ben spiegato nell’articolo Facebook’s Open Graph Protocol from a Web Developer’s Perspective.

Anche il proprio blog WordPress può diventare un social object parte di Facebook. Il livello “minimo” di ingresso in FB consiste nel collocare sotto ai propri articoli l’iframe che contiene il pulsante “Mi piace”, facilmente generabile da qui. Tuttavia per WordPress vanno apportate alcune modifiche, la versione del codice più pulita ed efficace l’ho trovata nel blog di Andreas Jacok.

Leggi tuttoIntegrare Facebook “Like Button” e Open Graph in WordPress

Aggiornare Twitter e Facebook con Firestatus e Ubiquity

Ormai se non hai un account Twitter e Facebook non sei nessuno, ma credo che in molti abbiano qualche difficoltà ad aggiornare il proprio stato su entrambi i servizi. Mancanza di originalità, poco tempo a disposizione o soltanto pigrizia possono essere validi motivi per abbandonare gli aggiornamenti costanti su entrambi i servizi.

Ecco perché da buon smanettone (pigro) ho deciso di guardarmi intorno per capire quali potevano essere le soluzioni che avrebbero potuto fare al caso mio e ho trovato due estensioni: Firestatus e Ubiquity.

Leggi tuttoAggiornare Twitter e Facebook con Firestatus e Ubiquity

SEO in Facebook: la creazione delle pagine

Negli ultimi tempi si sta parlando sempre di più di Facebook, ma per ora la discussione riguarda le potenzialità a livello “sociologico” del social network e poco le potenzialità a livello SEO. Solo qualche giorno fa mi è capitato di leggere un articolo interessante a proposito su SearchEngineJournal e penso che la strada da battere per chi vuole sfruttare Facebook per l’ottimizzazione sui motori di ricerca sia la creazione di pagine.

I gruppi sono uno strumento potente a livello di marketing mentre le pagine possono avere potenzialità anche a livello SEO. Una pagina in Facebook ha una URL search-engine-friendly e può essere pubblicata diventando visibile a tutti, crawler dei motori compresi.

I link inseribili hanno tutti il nofollow e al momento le pagine non figurano proprio bene nelle SERP (per usare un eufemismo) ma hanno un tag title e una description (gli unici veri meta tag da considerare?), oltre alla possibilità di aggregare contenuti su uno stesso argomento. Tutto questo basta a renderle appetibili?

La domanda andrebbe fatta a chi si occupa tutti i giorni di ottimizzazione per i motori di ricerca ma, a mio modesto parere, troppo poco stanno facendo i SEO specialist per sfruttare un social network “potente” come Facebook in cui le pagine potrebbero essere la vera chiave per campagne SEO mirate.