Categorie
Linux

Amazon EC2: guida rapida all’uso

[nggallery id=14 template=carousel images=5]

La documentazione per Amazon EC2 è ben fatta ma non esiste un documento veloce che guidi rapidamente l’utente alla creazione e alla messa in funzione di un’istanza EC2 senza perdersi in spiegazioni troppo lunghe. Ecco perché, dopo aver “smanettato” a lungo negli ultimi giorni con EC2, voglio riportare qui una “quick start guide” che non vuole esaurire l’argomento ma solo dare delle direttive semplici e immediate da mettere in pratica per avviare la propria istanza Linux EC2.

Categorie
Google

BigTable, SimpleDB, Ec2 e S3: cloud computing per tutti?

Sembra proprio che dopo la virtualizzazione l’altro fenomeno destinato a rivoluzionare il mondo dell’informatica nel prossimo futuro sarà il cloud computing. Dico questo dopo aver letto su Techcrunch dell’intenzione di Google di rilasciare pubblicamente BigTable, il database utilizzato internamente da BigG ben descritto sul forum di Giorgio Tave ma anche da un paper dettagliato di Google.

Il rilascio di BigTable (sempre che il rumor sia confermato) sarà, imho, solo il primo passo della battaglia di Google contro gli Amazon Web Services: nel mirino c’è sicuramente il diretto concorrente SimpleDB, ma non è il solo.

Credo che Google punterà anche a dar battaglia (nel medio termine) a Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2) ma soprattutto a Amazon Simple Storage Service (Amazon S3).

Con la quantità di datacenter che Brin e Page hanno messo in piedi, un servizio di storage ridondato come S3, magari offerto a pochi dollari (o addirittura gratis), potrebbe essere un tassello in più da aggiungere a Google Apps per stracciare la concorrenza.

Forse corro troppo avanti con la fantasia ma penso che il cloud computing abbinato all’offerta di servizi web (storage, database, creazione di virtual machine online) sarà il futuro prossimo, magari l’utente comune (per adesso ) non sarà interessato da questa rivoluzione ma chi baserà il proprio business sul Web si troverà a breve a poter contare su infrastrutture di altissimo livello pagate pochi dollari.

UPDATE: Sono stato un “veggente” ad anticipare il rilascio, avvenuto ieri 7 Aprile, di Google App Engine anche se non pensavo che la controffensiva contro Amazon Web Services sarebbe avvenuta con questa rapidità. In ogni caso consiglio la lettura dell’articolo apparso su O’Reilly Radar per avere un’analisi approfondita dei servizi offerti da Google, oppure leggere direttamente il post sul nuovo blog di Google dedicato a App Engine.