Categorie
Windows

Firefox non si collega a localhost e redirige su www.localhost.com su Vista

Da qualche giorno con Firefox 3.0.x su Vista SP1 non riuscivo più a collegarmi a “http://localhost/cartella_sito_locale” per effettuare dei test su un blog che ho installato in locale su XAMPP. Ogni volta che provavo ad andare su localhost venivo rediretto su www.localhost.com. La cosa non accadeva né con Opera né con Internet Explorer 8. Il fatto strano con Firefox è che invece inserendo 127.0.0.1 riuscivo a collegarmi al sito locale.

La prima cosa che ho fatto è stata di assicurarmi che il file hosts, presente nella cartella C:\Windows\System32\drivers\etc, fosse integro e non fossero presenti voci errate. Verificata la correttezza del file hosts, ho iniziato a cercare delle possibili soluzioni per il comportamento di Firefox. Su un forum sono riuscito a trovare la soluzione, ecco i passaggi che ho compiuto:

Categorie
Windows

Attivare Windows Installer in modalità provvisoria

Sono reduce da un paio d’ore di “kung fu” per fare ripartire Vista in modo normale, dopo che un Blue Screen of Death (BSOD) mi aveva improvvisamente negato l’accesso al sistema. Ad ogni tentativo di login ricevevo la tragica schermata blu. Così andando in modalità provvisoria (F8 all’avvio) ho iniziato a cancellare gli ultimi aggiornamenti installati e i programmi che avrebbero potuto causare il BSOD (dal dump della schermata blu riscontravo come possibile colpevole ntkrnlpa.exe).

Oltre a Nod32 (l’antivirus che uso e unica applicazione sul mio sistema a intervenire a livello del kernel di Vista), ho cercato di cancellare anche gli ultimi hotfix installati con Windows Update ma nel caso degli aggiornamenti ricevevo un errore relativo al fatto che Windows Installer non è attivo in modalità provvisoria.

Cercando su Google ho trovato una pagina di Symantec che , fortunatamente, è stata risolutiva. Ecco i passi necessari per attivare Windows Installer e permettere la disinstallazione di pacchetti .msi in modalità provvisoria:

Categorie
Windows

Boxee: ottimo mediacenter anche per Windows

Pochi giorni fa ho ricevuto un invito a provare Boxee in versione Windows. Ero rimasto già molto soddisfatto dalle prove fatte installando Boxee su Eee PC 701 e anche la versione Windows funziona molto bene, nonostante sia una alpha. Questa volta ho installato Boxee sul mio notebook con Vista, dotato di un telecomando a infrarossi per gestire Windows Media Center. Con mia grande sorpresa il telecomando IR ha funzionato al primo colpo e mi ha permesso l’accesso a tutti i menu e le funzioni di Boxee stando comodamente seduto.

L’unico “problema” riscontrato nell’utilizzo di Boxee risiede nella visualizzazione di alcuni contenuti audio/video inaccessibili al di fuori degli Stati Uniti: Hulu, MTV, National Geographic etc. Un problema però facilmente aggirabile, trovandomi su Windows, ricorrendo all’installazione di HotSpot Shield. Grazie a quest’ultimo si riesce a visualizzare praticamente tutto il “palinsesto” di WebTV e musica previsti da Boxee.

Solo per Hulu ho riscontrato ancora qualche problemino, dovuto alle recenti decisioni della WebTV di bloccare l’accesso ai propri contenuti da parte di Boxee. L’escamotage dello scaricamento dei contenuti Hulu tramite RSS nel mio caso non ha funzionato, provocando anche un crash di Boxee (l’unico riscontrato nelle mie prove su Windows).

Categorie
Windows

Creare una suite di programmi per pendrive con PStart

PStart
PStart

Giorni fa avevo messo gli occhi su una suite di programmi per Windows interamente installabili su pendrive. Purtroppo a causa di problemi di licenza di alcuni software l’autore ha deciso di rimuovere il download della suite. Tuttavia è semplice riuscire a creare una propria suite personalizzata.

Il primo passo consiste nello scaricare e installare sulla propria pendrive il tool PSstart. Basta avviare l’eseguibile scaricato PStartSetup211.exe e selezionare Portable Setup, individuando il drive USB su cui installarlo.

A questo punto sulla pendrive avrete un eseguibile chiamato PStart.exe.

Sulla pendrive andranno installate le applicazioni che vogliamo, personalmente ho optato per l’inserimento di alcuni programmi scaricabili da Portable Apps e alcuni tool a mio avviso indispensabili inclusi nella Sysinternals Suite.

Categorie
Hacking Windows

Eseguire la GPMC su Vista Home Premium

Vista Home Premium è un sistema che manca di strumenti indispensabili sia per l’amministrazione delle policy di sicurezza locali, sia per la gestione di sever remoti basati su Windows 2003 e Windows 2008. Localmente, ad esempio, non è disponibile il group policy editor, gpedit.msc, invece per la gestione remota non è possibile installare sulla versione Home Premium né la Group Policy Management Console (GPMC), né Remote Server Administration Tools (RSAT). Questi tool sono utilissimi per la gestione remota delle policy di domain controller ma purtroppo sono disponibili solo per le versioni Business e Ultimate.

In realtà, GPMC è stata “rimpiazzata” da RSAT ed era disponibile in precedenza per Windows XP Professional SP1 e Windows Server 2003. Nonostante non serva a molto l’esecuzione di GPMC su Vista Home, data l’impossibilità di poter effettuare il join a un dominio, tuttavia penso sia interessante conoscere un escamotage per installare GPMC su Vista, con un metodo che può essere molto utile per installare anche altri programmi non funzionanti su Vista o funzionanti soltanto nelle versioni superiori alla Home (Enterprise e Ultimate).

Per portare a termine l’installazione è necessario utilizzare Software Virtualization Solution di Symantec avendo a disposizione Windows Xp Professional oltre a Vista, seguendo i seguenti step:

Categorie
Windows

Internet Explorer Collection: tutte le versioni di IE insieme

Internet Explorer Collection

Avere tutte le versioni di Internet Explorer in un solo pacchetto di 52.4 MB: è l’obiettivo di Internet Explorer Collection (aggiornamento 16 luglio 2011 adesso il nome, e anche il link per il download, è cambiato in Utilu IE Collection) (scoperto grazie a FileForum). Si va da Internet Explorer 1.0 a IE 8.0, passando per IE 5.0 e 6.0.

Utile per gli sviluppatori che vogliano effettuare test di retrocompatibilità dei siti web ma soprattutto per i maniaci del “vintage” informatico che vogliono vedere l’evoluzione di uno tra i browser più amati/odiati dagli utenti. Personalmente ho provato Internet Explorer Collection su Vista e sono risucito ad avviare soltanto IE 6.0, nonostante l’autore dichiari il funzionamento anche di IE 5.5. Le versioni precedenti si avviano ma vanno in un loop infinito e l’unico modo per terminarle è con il task manager.

Sono curioso di provare il funzionamento di Internet Explorer Collection su Windows XP e magari con Wine su Linux, anche se è probabile che con Wine (con le giuste configurazioni impostate con winecfg) le cose vadano meglio che con Vista.

Categorie
Windows

Windows 7 Beta build 7000: impressioni di utilizzo

Nonostante i rallentamenti di cui tutti si sono lamentati, sono riuscito a scaricare gli oltre 2GB di Windows 7 Beta in un’oretta venerdì sera e oggi, finalmente, ho avuto modo di testare il sistema su VirtualBox. L’installazione è andata liscia, in mezz’ora circa tutto è terminato correttamente. Ho destinato 15GB di hard disk e 512MB di RAM quindi una configurazione tutto sommato modesta.

Rispetto alla precedente build che avevo provato tempo fa, l’unica differenza in fase di installazione è stata la richiesta di creazione di un HomeGroup, con la possibilità di scegliere quali risorse condividere in LAN e l’impostazione di una password per accdere alle condivisioni.

Per quanto riguarda invece il sistema vorrei mettere in evidenza alcune caratteristiche, magari di poco conto, che mi sono saltate all’occhio: