Categorie
Software Ubuntu

Firefox 3.6 Beta 1 provato su Ubuntu 9.10

Firefox 3.6 Beta 1 Mozilla ha rilasciato da poche ore la Beta 1 di Firefox 3.6 e ho colto subito l’occasione per fare dei veloci test del browser su Ubuntu 9.10. Come al solito, basta scaricare il tar.bz2, scompattarlo e avviare il binario di Firefox per poter provare la 3.6 Beta 1, senza bisogno di installare nulla.

La prima cosa che mi ha colpito positivamente è il ridotto tempo di avvio del browser, un miglioramento evidenziato anche nell’annuncio del rilascio. La cosa potrebbe essere dovuta al fatto che tutte le estensioni sono disabilitate eseguendo Firefox 3.6 Beta 1, ma l’impressione è che la velocità sia effettivamente migliorata.

Altra cosa interessante è la piena integrazione con Personas, questo consente di cambiare il tema grafico di Firefox immediatamente. Basta passare il puntatore del mouse su uno dei temi presenti sul sito di Personas per avere una preview immediata del tema su Firefox.

Categorie
Software

OpenBSD 4.6: segmentation fault su VirtualBox (risolto)

È passato un po’ sotto silenzio, come spesso accade per questo SO, il rilascio di OpenBSD 4.6, eppure le novità introdotte davvero molte. Un nuovo server SMTP, chiamato smtpd, in sostituzione del vecchio (e “difficile”) Sendmail, pf abilitato di default, moltissimo nuovo hardware supportato e una completa rivisitazione dell’installer. Rispetto al passato, l’installazione è diventata molto più semplice, sempre “text based” ma veloce e comprensibile anche senza aver letto documentazione a riguardo, soprattutto se si decide di dedicare l’intero disco a OpenBSD e non si vuole applicare uno schema di partizioni “complesso”.

Ho deciso di provare il sistema operativo “sicuro di default” su VirtualBox, utilizzando la install46.iso, scaricabile da uno dei mirror. Purtroppo, in fase di installazione ho cominciato a ricevere dei messaggi di “segmentation fault” continui che non mi permettevano di completare la procedura.

Categorie
Software

Personalizzare FreeBSD 8: primi passi

freebsd sysinstall
freebsd sysinstall

Da qualche giorno sto “smanettando” con FreeBSD 8 Beta 2. L’idea è quella di prendere confidenza con il sistema gradualmente e arrivare col tempo a effettuare un upgrade binario, ricompilare il kernel e in generale avere un buon controllo del sistema nei suoi aspetti fondamentali.

Ho effettuato un’installazione solo testo su VirtualBox 3 utilizzando “8.0-BETA2-i386-disc1.iso” così mi sono evitato la “fatica” di dover tirare giù la DVD ISO.

Ho dedicato tutto lo spazio su disco trattandosi di un’installazione su macchina virtuale e ho scelto il minimo indispensabile per quanto riguarda i pacchetti da includere. Terminata l’installazione mi sono trovato così difronte un sistema solo testo, piuttosto differente rispetto a Gnu/Linux. La prima cosa di cui ho sentito la mancanza è stata la bash. Per installarla ho fatto ricorso a sysinstall.

Categorie
Software

OpenX e WordPress: targeting dei banner nella sidebar

Da qualche giorno sto facendo delle prove di integrazione di OpenX con WordPress. Esiste un plugin che però non è che faccia granché, consente infatti di posizionare un widget nella sidebar e di richiamare le zone semplicemente inserendo l’ID, senza dover incollare il codice di invocazione. Oltre a questa funzionalità, è possibile richiamare una zona incollando in un’area di contenuto il codice “{openx:N}”, dove N è l’ID della zona.

Tuttavia, per effettuare un targeting contestuale dei banner in alcune aree del blog la cosa si complica e le funzionalità del plugin servono a poco. Per visualizzare un banner soltanto per alcune categorie o tag si può intervenire impostando dei canali di targeting direttamente in OpenX, decidendo delle regole di consegna dei banner. Così facendo è OpenX che, al verificarsi delle condizioni che abbiamo impostato (IP del client, URL, Site Source etc.), sceglie quale banner visualizzare in una zona.

Categorie
Software

Usare Skype 4 con più account contemporaneamente

Usare due account differenti contemporaneamente con Skype non è possibile di default. L’introduzione del supporto multiaccount potrebbe essere una feature che il team di sviluppo di Skype dovrebbe valutare, visto il numero di utilizzatori di questo client VoIP. Per Skype 3.x esiste un programma di terze parti che, a sentire in giro, permette l’utilizzo di più account: Multi Skype Loader. Ma se, come me, siete passati a Skype 4 il programma non dovrebbe funzionare e in ogni caso con questa release esiste built-in la possibilità di eseguire più istanze del programma contemporaneamente, effettuando login con account differenti.

Ecco la procedura che consiglio per l’utilizzo di Skype con account multipli su Windows ricorrendo a un semplice file batch:

Categorie
Software

VirtualBox 2.2.0 r45486: impossibile ottenere un indirizzo IP con NAT-DHCP

VirtualBox 2.2.0 r45486 ha introdotto un bug molto fastidioso, almeno nella versione Windows, cioè l’impossibilità per il sistema guest virtualizzato di riuscire ad ottenere un indirizzo IP se impostato il NAT-DHCP.

Ho riscontrato il problema su un host Windows Vista e un sistema guest Windows XP, ma penso sia presente anche con altri sistemi. Qualcuno ha risolto eseguendo nuovamente il setup.exe di VirtualBox scegliendo l’opzione “Repair”, altri hanno risolto con una reinstallazione completa del software. Nel mio caso, la riparazione non ha sortito alcun effetto così cercando meglio tra i bug segnalati dagli utenti ho trovato la soluzione.

Basta scaricare una versione modificata di VBoxDD.dll, resa disponibile in un file zip, rinominare VBoxDD.dll in VBoxDD.dll.old (sempre meglio avere una copia di backup nel caso si avessero problemi con la nuova dll) nella cartella di installazione di VirtualBox e copiare la versione modificata di VBoxDD.dll presente nell’archivio zip.

Dopo la sostituzione della dll, la macchina guest Windows Xp ha ricominciato ad ottenere un indirizzo IP, quindi penso possa risolvere problemi anche ad altri utenti del programma. Peccato il team di sviluppo non abbia ancora rilasciato una patch correttiva.

Categorie
Software

I migliori programmi per fare screenshot su Windows e Linux

irfanview screen capture
irfanview screen capture

Creare screenshot di qualità è un problema che chiunque voglia scrivere recensioni di software si trova ad affrontare: non c’è niente di meglio di un’immagine per far capire al lettore di cosa si sta parlando. Su Windows esistono moltissime alternative gratuite e a pagamento, a mio avviso però la scelta si riduce a tre programmi:

IrfanView è un visualizzatore di immagini gratuito (anche se può fare anche photo editing e altro grazie all’utilizzo di plugin), il mio preferito da sempre su Windows, che include delle funzionalità “base” di cattura dello schermo o di parti di esso. Basta avviarlo, premere il tasto “c” e appare la schermata che permette di personalizzare le opzioni di cattura dello schermo (la vedete nell’immagine del post). Può catturare soltanto tutto lo schermo o solo una finestra dell’applicazione di cui si vuole uno screenshoot.