Categorie
Hacking

SKFU’s Exploit Loader: vicino il primo exploit per PS3

ps3 exploit loader

Il primo exploit per PS3 è vicino. No, non è stato Geohot che da mesi sostiene di aver trovato il modo di installare un custom firmware su PlayStation 3, bensì un altro hacker, StreetskaterFU, che sul suo blog ha rilasciato un exploit loader.

Categorie
Hacking

PS3 firmware 3.21, evitare l’aggiornamento con un proxy

logan5 proxy PS3

Con Geohot all’opera su un custom firmware 3.21 per la PlayStation 3, che dovrebbe dare la possibilità di mantenere l’opzione OtherOS per l’installazione di Linux, conviene aspettare per aggiornare dal firmware 3.15 al 3.21. L’hack di George Hotz potrebbe addirittura dare la possibilità anche alle PS3 Slim di installare Linux, liberando finalmente la console Sony.

Senza aggiornamento al PS3 firmware 3.21 non è possibile accedere al PlayStation Network, giocare online e scaricare contenuti, a meno di non utilizzare un proxy che consenta l’accesso al PSN rimanendo al firmware 3.15. La procedura è davvero semplice ed è stata ben spiegata sul forum PS3Ita, la descrivo nei suoi passi fondamentali:

Categorie
Hacking

pwnat: far comunicare due PC dietro NAT senza port forwarding

Si chiama pwnat ed è un’utility per Linux (ma non solo a giudicare dai makefile con cui viene distribuita) che sto tenendo d’occhio da un po’ per la possibilità che offre di far comunicare direttamente due o più PC, client e server, dietro altrettanti NAT. Non è necessario impostare alcun port fowarding nei router in quanto pwnat stabilisce un tunnel che sfrutta il protocollo UDP tra i computer interessati.

Per funzionare è necessario avviare un’istanza di pwnat come server e una come client. Ecco le opzioni:

Categorie
Hacking

Backup di WordPress con Dropbox su Ubuntu

Come promesso nel precedente post, ecco la procedura da seguire per sincronizzare i file del proprio blog WordPress su Dropbox, utilizzando come “bridge” Linux. Nel caso che sto per descrivere prenderò come esempio Ubuntu 9.10 ma la procedura è facilmente replicabile su qualsiasi distribuzione.

Innanzitutto vediamo gli strumenti di cui avremo bisogno:

  1. curlftpfs, un filesystem basato su FUSE che permette di montare uno spazio FTP in una cartella
  2. Ovviamente Dropbox installato su Ubuntu
Categorie
Hacking

Backup di WordPress con Dropbox su Windows

Esistono plugin che effettuano periodicamente il backup del database di WordPress ma nessuno che consenta di salvare tutti i file del proprio blog da FTP sincronizzandoli con Dropbox. Cercando in giro ho trovato un solo plugin, Dropbox Sync, non aggiornato alle ultime versioni di WP, che permette di salvare in automatico su Dropbox le immagini caricate in “wp-content”.

Ho deciso quindi di ingegnarmi per trovare una soluzione efficace che mi permetta di risolvere il problema sfruttando Dropbox, di seguito descriverò il metodo che ho utilizzato su Windows. Alla procedura su Linux dedicherò, a breve, un altro post.

Categorie
Hacking

VirtualBox: avviare una macchina da pen drive USB

L’avvio di una virtual machine da pen drive USB non è stato ancora introdotto in VirtualBox. Come fare allora per provare se il trasferimento di una ISO di una distribuzione Linux (o di Windows 7) è avvenuto correttamente su pen drive e se il dispositivo è “bootable” utilizzando il software di virtualizzazione di Sun/Oracle?

Esiste un “escamotage” per avviare da pen drive USB con VirtualBox e voglio riportare di seguito i passi necessari su Linux e Windows, in modo da non dimenticarmi la procedura.

Categorie
Hacking

Skype, cambiare la cartella di salvataggio della cronologia delle chat

Per impostazione predefinita Skype salva la cronologia delle chat (“chat history”), e in generale tutti i suoi dati, in una cartella la cui posizione su Windows Vista e Windows 7 è “C:\Users\nomeutente\AppData\Roaming\Skype\skype nickname”. Può essere utile però, se si usa Skype su un computer condiviso oppure non si vogliono lasciare tracce, cambiare il percorso predefinito di salvataggio.

Di default Skype salva i log delle chat in file .dbb (ad esempio “chatmsg256.dbb“) che possono essere letti con programmi appositi come skypr, che consente di visualizzarne il contenuto, oppure ricorrendo a un editor di testo come Notepad++ e simili. Anche cancellando la cronologia delle chat dalle opzioni di privacy di Skype, è possibile che i file .dbb delle chat non vengano cancellati definitivamente e possano essere aperti e letti.