Blogger e vlogger in mobilità: software e attrezzatura indispensabile

Blogger e vlogger in mobilità: software e attrezzatura indispensabile

Alla fine del 2017 ho deciso di abbandonare il PC portatile e l’attrezzatura che avevo utilizzato negli anni precedenti per scrivere articoli, fare video interviste e coperture di eventi.

Tutto troppo pesante da portarsi in giro, un setup obsoleto che oltre a un netbook comprendeva un cavalletto Manfrotto, videocamera, microfoni wireless della Sennheiser, batterie stilo, almeno due schede SD per la videocamera (una utilizzata e una di riserva). Ho iniziato quindi a utilizzare soltanto uno smartphone Android, un Samsung Galaxy S8+, con installate diverse app utili per il mio lavoro di scrittura e di realizzazione di video, e alcuni accessori che ho acquistato dopo una lunga ricerca online.

Qui di seguito vorrei elencare i software e l’hardware che ho scelto, sperando possano essere utili per i blogger e i vlogger che vogliano arrivare velocemente a un setup funzionale, completo e snello al contempo.

Software Android

WordPress per Android: è un’app utilissima per scrivere velocemente dei post senza doversi connettere al backend del vostro blog WordPress. Io ormai la uso tutte le volte che mi trovo in mobilità e voglio scrivere e formattare velocemente un articolo, corredandolo anche di inmagini, e pubblicarlo online.

Photo Editor: un’app gratuita per Android di una comodità unica quando si ha necessità di ridimensionare o croppare un’immagine o modificarla come si vuole. Da smartphone si usa benissimo e in pochi secondi si riesce ad ottenere un risultato paragonabile a quello che si avrebbe con un editor di immagini desktop.

Inshot: app gratis utilissima che consente la modifica veloce di immagini e video e il caricamento anche sui social (soprattutto Instagram).

Vlogit: un editor video gratuito tra i più avanzati per Android. Consente di modificare video facendo dei montaggi tra più clip video, di inserire testi, transizioni etc. Con la funzione PIP (Picture in Picture) si può sovrapporre una clip video o un’immagine alla clip video principale che stiamo modificando. La stessa software house produce anche Filmora Go, altra ottima app che tuttavia è meno immediata di Vlogit e per avere filmati senza watermark richiede soldi, Vlogit invece è completamente gratuita e a mio avviso più potente. Per chi ha bisogno di un editor video ancora più avanzato, con supporto nella timeline a più tracce c’è anche KineMaster che è davvero completissimo, ma non è immediato come Vlogit e soprattutto costa abbastanza caro.

Google Keep: io uso l’app di note di Google per scrivere appunti o interi articoli per poi ritrovarli sempre sincronizzati e accessobilo anche da PC o altri smartphone. È molto basic ma fa il suo dovere se si ha solo necessità di scrivere.

Hardware

Tastiera fisica Bluetooth: se si deve scrivere a lungo allora è consigliabile utilizzare una tastiera fisica. Io ho scelto la Logitech K380 che è in grado di connettersi indifferentemente a smartphone, tablet, smart TV, Android TV (come Nvidia Shield TV) e PC.

k380-multi-device-bluetooth-keyboard

Mixer audio per smartphone: io ho scelto un Saramonic Smartmixer, un mixer che permette di migliorare il suono registrato da smartphone grazie a due microfoni stereo orientabili. Basta collegarlo al jack audio dello smartphone e avviare la registrazione di un video. Ha anche un ingresso cuffia per sentire l’audio mentre lo si registra e un ingresso per un microfono esterno. È impagabile quando si ha necessità di catturare un suono migliore di quello che registrerebbe lo smartphone ed è facilmente adattabile alle proprie esigenze.

SmartMixer

Microfono esterno per smartphone: quando ho esigenze di massima leggerezza e non voglio usare il Saramonic Smartmixer utilizzo il Rode smartLav+, un microfono Lavalier per smartphone di qualità che consente di registrare un audio pulito. Ottimo per realizzare interviste, anche quando intorno c’è molto rumore.

rode_smartlav+

Registratore audio: Zoom H1 un registratore con microfoni stereo che uso ormai da anni. Ha una qualità audio eccellente, registra in mp3 o wav e all’occorrenza può trasformarsi anche in un microfono esterno per il PC. È ottimo per registrare delle interviste audio, una conferenza stampa o addirittura dei concerti.

zoom h1

Gimball: se avete necessità di stabilizzare le immagini registrate con lo smartphone o di fare riprese particolari è utilissimo un gimball. Io uso DJI Osmo Mobile, che mesi fa costava uno sproposito, ma ora esiste anche una versione nuova più economica, Osmo Mobile 2 che è acquistabile a circa 130-140 euro.

Un piccolo treppiede: se dovete scrivere usando la tastiera fisica e volete usare lo smartphone ben saldo difronte a voi allora consiglio un piccolo treppiede simil-gorillapod. Ne esistono tanti su Amazon e se non si acquista l’originale di Joby si risparmia tantissimo. Io ho acquistato un treppiede Arkon e mi trovo benissimo. È utile anche se si vuole appendere lo smartphone da qualche parte e fargli registrare un video, magari un’inquadratura differente rispetto a quella principale che userete nel vostro video.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.